Il sud del Portogallo con vista sull’oceano

20170323_115315.jpg

ZONA: PORTOGALLO

DISTANZA PERCORSA: 700 KM CIRCA

TEMPI: 8 GIORNI

COSTI: 700 EURO

MEZZI UTILIZZATI: AUTO A NOLEGGIO, TRENO

PERNOTTAMENTI: OSTELLI

ATTRAZIONI PRINCIPALI: FARO, PARCO NAZIONALE RIA FORMOSA, LAGOS, CABO SAO VICENTE, PARCO NAZIONALE DEL SUDEST ALENTEJANO, LISBONA, SINTRA

PERIODO MIGLIORE: APRILE-GIUGNO, SETTEMBRE-NOVEMBRE

portugal.png

Il Portogallo meridionale è una zona turistica già affermata, con le spettacolari e popolari coste dell’ Algarve che lasciano spazio, superato Capo Sao Vicente, al più selvaggio Alentejo, battuto dalle grandi onde dell’ Atlantico. Le infrastrutture sono ottime, la gente gentile e disponibile, il cibo buono, i panorami meravigliosi, le spiagge invitanti. Se poi ci aggiungiamo l’affascinante atmosfera di Lisbona e la sua sfrenata vita notturna, non manca proprio nulla per una vacanza indimenticabile. Noi scegliamo la bassa 20170320_122035stagione (fine marzo) per il nostro viaggio. Dall’aeroporto di Lisbona partiamo immediatamente puntando verso sud, in direzione Faro, capoluogo e principale centro dell’ Algarve. La piccola e interessante città è curatissima e piena di negozi e bar, che aspettano la stagione estiva e l’arrivo dei turisti per fare grandi affari. Noi ce la godiamo semivuota, piacevole e affascinante, con il suo lungomare e i bei tramonti sul parco nazionale Rio Formosa. Da Faro partono le escursioni in barca nel parco, una zona di isole e canali, con piccoli villaggi che si riempono di vita in estate. P1000336Visitiamo Ilha Deserta e Ilha de Farol prima di goderci un ottimo pranzo di pesce freschissimo in un ristorante sul mare nel villaggio dell’isola di Culatra. Ci congediamo da Faro dopo una serata di malinconico Fado e ci dirigiamo verso Lagos, nella zona occidentale dell’ Algarve. Superata Albufeira, scegliamo il pittoresco villaggio costiero di Carvoeiro per una sosta intermedia. Le casette colorate fanno da cornice ad una spiaggia di sabbia chiara, da cui partono le escursioni in barca alle grotte vicine. Nonostante il tempo incerto ed il mare mosso, questo tratto di costa con infinite grotte ed insenature è meraviglioso da esplorareP1000391, sia dal mare che da terra, lungo i sentieri che costeggiano l’ oceano. Arriviamo in serata a Lagos, cittadina vivace nonostante la bassa stagione. Nelle stradine del centro sono numerosi i ristoranti ed i bar aperti, buon cibo e divertimento non mancano. La costa diventa sempre più spettacolare mano a mano che ci si allontana dal centro abitato. A piedi, seguendo sentieri panoramici, si può raggiungere il faro di Ponta da Piedade. Qui la vista sulle falesie color ocra coperte di vegetazione e le mille sfumature del mare lascia senza fiato. Con la macchina ci spingiamo più ad20170322_125153 ovest seguendo la costa ed i paesaggi continuano ad essere bellissimi ed estremamente vari, fino all’ampia spiaggia di Beliche, appena sotto Cabo Sao Vicente. Visitiamo la tranquilla Salema, tipica località di villeggiatura in letargo, preludio alle stradine che conducono ai resi del Forte di Almadena, perfetto per ammirare un tramonto sul mare. La costa dell’ Algarve è di una bellezza straordinaria, ma quando lo sguardo volge verso nord si intuisce che anche l’entroterra collinare meriterebbe un viaggio. Lasciamo Lagos e iniziamo la nostra lenta risalita verso Lisb20170322_193840ona. Il remoto Cabo di Sao Vicente è la punta estrema dell’Algarve, un promontorio roccioso sferzato dal vento di una bellezza selvaggia. L’oceano è agitato e potente e si infrange contro gli scogli alzando enormi nuvole d’acqua. Le onde, nate a chissà quanti chilometri di distanza, incontrano qua il primo baluardo del continente europeo. Superato il promontorio i paesaggi iniziano a cambiare, le località turistiche del sud lasciano il posto ad enormi spiagge sabbiose che accompagnano la foce dei torrenti che raggiungono il mare. Diverso ma non meno spettacolare. Le sconfinate distese di dune, i limpidi fiumi che si mischiano con l’oceano, la forza delle onde, l’immensità delle scogliere sono20170323_142343 elementi caratterizzanti della zona che prende il nome di parco nazionale del Sudest Alentejano. Ognuna delle tante soste ci regala scenari straordinari di natura incontaminata, scorci di uno degli angoli di Europa più belli. Non sono molti i visitatori e l’impressione è che neanche l’alta stagione sia in grado di intaccare il fascino della zona. Lasciamo a malincuore la costa e ci avviciniamo alla moderna autostrada che sale vero la capitale. All’interno della regione iniziano ad apparire verdi colline, bianchi e pittoreschi villaggi, campi a perdita d’occhio e infiniti paesaggi bucolici. Raggiungiamo Lisbona in serata, giusto in tempo per sistemarciP1000467 e tuffarci nella movida di questa grande città. Il cuore della vita notturna è il famoso Bairro Alto, una zona di saliscendi circondati da innumerevoli locali di ogni tipo. Ce n’è davvero per tutti i gusti, dalla musica dal vivo ai tranquilli cocktail bar, dalle discoteche ai ristoranti tipici. Le strade sono stracolme e la festa dura fino al mattino specialmente se si finisce in una delle grandi discoteche lungo la foce del Tago. Lisbona è splendida anche di giorno, una città dal carattere forte, piena di vita e facile da godere. La pianeggiante e commerciale Baixa è dominata dai quartieri collinari del Bairro Alto e dell’20170324_173215 Alfama, inerpicati sulle alture che si affacciano sull’estuario del fiume. I punti panoramici non mancano ed è possibile osservare la città da innumerevoli punti di vista. Stretto tra il castello di San Jorge e il fiume, l’antico quartiere Alfama è il più pittoresco della città20170324_164310. I tipici tram gialli salgono ripide salite acciottolate, da cui si diramano decine di vicoletti perfetti per perdersi tra scorci bellissimi. Un tempo quartiere povero, si sta trasformando in uno dei più importanti poli artistici del Portogallo. A meno di un’ora di treno da Lisbona si trova Sintra, una località turistica famosa per i suoi palazzi colorati ed il suo antico castello. Complice l’infelice scelta del sabato come giorno di visita, la troviamo incredibilmente affollata, con i mezzi per salire al castello intasati da lunghe file. Per molti di coloro che viaggiano a Lisbona (compresi noi), la vicina Sintra è un’escursione imperdibile e questo spiega l’afflusso eccessivo di visitatori. L’imponente castello merita sicuramente di essere visitato, dalla sommità delle torri la vista spazia dall’oceano alle prime propa20170325_145905ggini di Lisbona. Rientriamo nella capitale nel pomeriggio e, dopo un po’ di meritato riposo, ci prepariamo per l’ultima notte portoghese. Trascinati dalla coinvolgente atmosfera del sabato sera al Bairro Alto, facciamo mattina e rientriamo in ostello giusto in tempo per prendere le valigie e raggiungere l’aeroporto dove ci aspetta il volo di ritorno per l’Italia. Non sarà un volo facile, dopo i bagordi della serata ed una notte insonne, ma ne è valsa la pena! Questo breve viaggio alla scoperta del Portogallo è andato ben oltre le aspettative della partenza. Le spiagge dell’ Algarve, il selvaggio Alentejo, la vivace Lisbona, le pittoresche cittadine costiere, il cibo, la gente, il clima… Tutto ha contribuito a farci amare questi luoghi.P1000363 Solo una cosa non è stata sufficiente, il tempo a disposizione. L’impressione è che questo sia solo un assaggio di un paese che ha davvero tanto da offrire, così facile e vicino. Atè logo Portugal!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: